lunedì 27 luglio 2015

MILANO: SERVIZIO GRATUITO DI CONSEGNA DEI FARMACI A DOMICILIO PER LE FASCE PIU’ DEBOLI

È partito da questo mese di luglio 2015 a Milano un nuovo servizio di consegna dei farmaci a domicilio, totalmente gratuito, per le persone non deambulanti per una patologia cronica o grave che non abbiano a disposizione persone che possano recarsi in farmacia. Ne dà notizia Gravità Zero

Al servizio aderiscono le farmacie private della città di Milano. Per usufruire del servizio telefonare al numero verde 800 189521 (dalle 9 alle 18, solo nei giorni feriali):  la farmacia provvederà ad organizzare la consegna al domicilio indicato dall’utente, concordando con lo stesso utente le modalità di ritiro della ricetta qualora necessaria.

Il nuovo servizio è stato lanciato da Federfarma, con il Patrocinio del Ministero della Salute, in tutta Italia.

Per maggiori informazioni: Federfarma Milano, tel: 02 7481.1200, oppure consultare il sito: www.federfarma.it

venerdì 24 luglio 2015

OK IL PESCE È GIUSTO: GUIDA PRATICA ALL'ACQUISTO CONSAPEVOLE DEL PESCE

L'Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Piemonte, Liguria e Valle d'Aosta ha pubblicato la guida "Ok il pesce è giusto" per insegnare al consumatore a riconoscere le specie ittiche spesso oggetto di frode.

I piatti a base di pesce hanno spesso il posto d'onore. Ma siamo sicuri di mettere in tavola ciò che paghiamo? Siamo corsi in aiuto dei consumatori con il manuale “Ok! Il pesce è giusto”, per insegnare a riconoscere le specie ittiche spesso oggetto di frode.


Da un’indagine Eurobarometer gli Italiani risultano essere, in Europa, quelli che temono di più la frode alimentare: il dossier “Italia a tavola”, redatto ogni anno da Legambiente, afferma che, attraverso una media di 500 mila controlli, vengono sequestrate, ogni anno, migliaia di tonnellate di prodotti alimentari non in regola: nel 2012 sono state 28 mila per un valore economico di oltre mezzo miliardo di euro.

Numerosi sono gli illeciti nel settore ittico, il 72% dei quali connessi all’etichettatura e alla tracciabilità. Accanto ai molti commercianti onesti vi sono i "furbi" che, non rispettando le norme sull' etichettatura, spacciano un prodotto "allevato" per "pescato", una palamita per tonno, un filetto di brosme per il più pregiato filetto di merluzzo e così via. Il manuale, redatto dai nostri esperti dei laboratori di Genetica e di Istopatologia dell’Istituto, illustra, con testi e fotografie, come riconoscere, all’acquisto, alcuni fra i pesci più commercializzati e più frequentemente oggetto di frode per sostituzione con specie di minor valore economico.

Qui potete consultare la nostra guida “OK, il pesce è giusto”

L'Istituto Zooprofilattico pubblica anche un trimestrale che è possibile consultare qui. 

mercoledì 22 luglio 2015

ANTONIO FAGO: LA TERRA NOSTRA FONTE DI VITA

Nutrire il pianeta, energia per la vita è il tema scelto per la Esposizione Universale di Milano 2015. Questa scelta vuole trattare delle tecnologie, dell'innovazione, della cultura, delle tradizioni e della creatività legati al settore dell'alimentazione e del cibo ma anche alla salute e alla qualità del territorio, soprattutto nei riguardi dell'inquinamento ambientale. Riprendendo tematiche già sviluppate in precedenza, Antonio Fago [*] , da sempre impegnato nel settore sociale su questi temi, chiarisce la situazione amministrativa di una città sempre al centro dell'attenzione dei media ed emblema del problema italiano. Focalizzandosi sull'asse principale del diritto ad una vita  sana, sicura e sufficiente per tutti gli abitanti.

pollution!

Sempre più numerose sono le aziende che prestano attenzione ad uno sviluppo compatibile con l’ambiente che sia conforme ai requisiti ed alle normative ambientali vigenti. Un caso emblematico ed attualissimo è quello che ha visto (e vede) l’acciaieria Ilva di Taranto trovarsi continuamente sotto i riflettori. Antonio Fago, che per oltre trent'anni ha seguito il problema da vicino, è stato intervistato dalla testata di scienza Gravità Zero.

"Se non riusciamo a salvare la Terra non sappiamo cosa lasceremo ai nostri figli. L’enciclica di Papa Francesco dedicata alla Custodia del Creato è infatti un documento di portata planetaria, destinato ad esser studiato, discusso, ricordato con profonda attenzione: dai cambiamenti climatici alla scomparsa di biodiversità allo sfruttamento della Terra, allo spreco, ai rifiuti abbandonati a se stessi, a milioni di esseri umani deprivati di cibo ed acqua".

"Dobbiamo avere la capacità, la prevenzione e l'umiltà di non pensare al nostro benessere attuale ma costruire per un migliore benessere per i nostri figli. Approfittare del presente danneggia tutta la collettività compresi i nostri familiari. Chiamiamolo sentimento interiore, qualcosa che senti, una parte che tu puoi dare ad altri, ma che ritorna in bene anche a te stesso."

L'inquinamento, un problema tipico dei paesi più industrializzati, coinvolge oggi tutto il Pianeta e tutti noi. Aggravato dall'intreccio di diversi fattori che ne moltiplicano gli effetti, l'inquinamento colpisce anche le zone più lontane dalla civiltà moderna, perché si espande attraverso le vie dell'aria e dell'acqua modificando  gli equilibri degli ecosistemi naturali e causando gravi rischi per la salute dell'uomo negli ambienti da lui abitati. La diffusione e la gravità dei fenomeni di inquinamento richiedono scelte di governo tempestive ed efficaci, su scala locale (amministrazioni locali), su scala nazionale (governi degli Stati) e su scala internazionale attraverso accordi riconosciuti da tutti gli Stati.

L'intervista prosegue qui 


[*] Antonio Fago nel 1968 viene assunto in Italsider, dove ricopre diverse mansioni che gli permettono di conoscere realmente la “Grande Industria”. E’ anche attivo sindacalista, ricopre diversi ruoli tra cui quello di responsabile organizzativo provinciale FIM-CISL di Taranto.
Nei primi anni 80’ entra a far parte del Consiglio di Amministrazione dell’Acquedotto Pugliese.
Sempre attivo in politica, nel 1990 è eletto consigliere al Comune di Taranto e successivamente nominato assessore con delega alle attività produttive, polizia municipale, annona e mercati.
Nello stesso periodo è anche membro della Commissione Garanzie Statutarie Nazionale della Democrazia Cristiana. Attualmente è socio della Fondazione Sorella Natura

PREMIO ALDO FASOLO PER GIOVANI STUDIOSI DI NEUROSCIENZE

Il Dottorato in Neuroscienze dell’Università di Torino bandisce il “Premio Aldo Fasolo”, in ricordo del docente, Professore Ordinario di Anatomia Comparata e Biologia dello Sviluppo dal 1980 al 2013, scomparso nel 2014. 

Il Premio, di rilevanza nazionale, intende valorizzare la conoscenza e favorire la visibilità scientifica di giovani studiose e studiosi nell’ambito delle neuroscienze; si propone inoltre di incoraggiare l’impegno e l’attenzione dei dottorandi e dei giovani dottori per la comunicazione in campo scientifico.

La Giuria che selezionerà il vincitore tra i 10 finalisti sarà composta da Gianmaria Ajani, Rettore dell’Università di Torino; Vincenzo Barone, Direttore operativo di Agorà Scienza; Piero Bianucci, Giornalista scientifico, Giovedì Scienza; Vittorio Bo, Direttore del Festival della Scienza; Telmo Pievani, Filosofo della Scienza e Evoluzionista.

Il Premio, di importo pari a 1.500,00 Euro, è rivolto a giovani ricercatori in possesso dei seguenti requisiti:
  • essere iscritti a un Dottorato di ricerca in Italia o aver conseguito il titolo di Dottore di ricerca in Italia, nell’ambito dei cicli XXV, XXVI, XXVII, XXVIII, XXIX, XXX;
  • essere coinvolti in ricerche rilevanti nell’ambito delle neuroscienze;
  • essere autori e/o coautori di almeno una pubblicazione scientifica (primo o ultimo nome).
Per partecipare al Premio è sufficiente inviare la propria candidatura, corredata della documentazione richiesta seguendo le istruzioni contenute nel bando, entro le ore 24 del 15 settembre 2015.

Per informazioni è possibile scrivere alla mail: dottorato.neuroscienze@unito.it

Nel mese di dicembre 2015, in occasione del conferimento del Premio, il vincitore sarà invitato a tenere una conferenza pubblica presso l’Università di Torino.

Informazioni e bando: http://dott-neuroscienze.campusnet.unito.it

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails